MonzaInBici.it

ECF logo

Facebook

Ciclosofia Libri e riviste

Programma attività

Programma 2017 FIAB Monza In Bici E' disponibile il programma delle attività 2017! Scaricalo da qui (PDF 741 Kb).

Mappa ciclabili

Mappa ciclabili MonzaMappa completa delle piste ciclabili di Monza

Novità

21 Maggio - Uscita in Mountain Bike

Domenica 21 maggio iniziamo con le attività di mountain bike. Ci troviamo per la prima uscita di quest'anno che sarà facile e alla portata di tutti, bambini...

Prima Fiera della bicicletta a Monza

In occasione dell'Assemblea Nazionale Elettiva FIAB che si terrà per la prima volta a Monza, a corollario di questo evento è stata organizzata la  Prima...

Assemblea Nazionale Elettiva FIAB

Il 2017 di FIAB MonzainBici è iniziato bene, con tanti eventi ed escursioni in bici. Ora però ci attende un evento di grande importanza per la nostra...

La salute in movimento

La LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori) ha presentato la sedicesima edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. Questi gli ingredienti...

Associati a FIAB MonzainBici!
Scopri come fare.

Messaggio
  • Direttiva e-Privacy UE

    In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire l'autenticazione e la navigazione e per altre funzioni di sistema.
    Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite.

    Leggi i documenti sulla direttiva e-Privacy dell'UE

Abbiamo raccolto qui alcuni libri che ci piace segnalare, perché parlano della bici o di viaggi fatti in bici. Ci auguriamo che possiate trovare qualche spunto per le vostre letture.

Manuale del ciclista urbano

manuale del ciclista urbano

Giulia Cocchella, Giuseppe Piras

Manuale del ciclista urbano

Tutto quello che c'è da sapere sul mondo delle due ruote

Sistemi editoriali, Gruppo editoriale Simone

 

Nato con il patrocinio di FIAB e grazie al lavoro di Cristina Castellari, Responsabile Area ciclismo urbano, determinate per la riuscita del progetto, il “Manuale del ciclista urbano”, scritto da Giulia Cocchella e Giuseppe Piras, 192 pagine a colori per 14.00 euro, è stato pensato per chi già pedala su una bici in città o sta pensando di farlo. Si perché, seppure le nostre città non sono sempre a misura di ciclista, ogni giorno un numero crescente di persone monta in sella per andare a scuola, al lavoro, per fare la spesa, o per muoversi liberamente. Insomma, un libro che, grazie alle belle illustrazioni di Isabella Giorgini, che accompagnano tutto il testo e rendono i passaggi tecnici di facile intuizione, vuole essere uno strumento fondamentale per migliorare la propria conoscenza delle problematiche e delle potenzialità legate al mondo della bicicletta. Con un linguaggio semplice ed efficace, viene raccontato tutto quello che c'è da sapere sul mondo delle 2 ruote: come scegliere la bicicletta giusta, i trucchi per capire qual'è la misura ideale che ci fa stare comodi in sella. Oppure come si ripara, come si pulisce e come si fa a non farsela rubare. Qual'è l'abbigliamento più adatto e come si organizza un viaggio in bicicletta, o i segreti dell'intermodalità. Infine, viene commentato il Codice della Strada, una conoscenza fondamentale per viaggiare in sicurezza.

Bimbi in bici

libro bimbi in bici

Roberto Furlani, Silvia Malaguti

Bimbi in bici

Consigli e buone pratiche per pedalare in famiglia

Ediciclo

Link BrianzaBiblioteche

Pedalare in famiglia è una bellissima esperienza che rende più vicini adulti e bambini, perfetta occasione per condividere valori e sensazioni, come il rispetto per il proprio corpo, il rispetto del prossimo e dei suoi tempi, la voglia di avventura e di nuove esperienze vissute lungo la strada. La bici rappresenta un mezzo ideale per apprezzare al meglio il paesaggio e l’ambiente in cui si pedala, esperienza che, all’interno dell’abitacolo di un’automobile, per quanto confortevole, è impossibile replicare. andare in bicicletta in famiglia, è quindi un modo per cercare l’integrazione tra le persone, grandi e piccoli, e con l’ambiente. Per i bambini la bicicletta è un’opportunità di crescita, è la scoperta dell’ambiente in una modalità più alla loro portata. Se abbastanza grandi e non trasportati dagli adulti, guidando autonomamente un mezzo proprio i bambini imparano a muoversi da soli, acquisendo indipendenza e curiosità per il mondo. Questo nuovo e innovativo manuale proposto da FIAB e WWF è quindi un invito per lasciare a casa dubbi e perplessità. Che seggiolino comprare? Ce la faranno i bambini? Che cosa mi devo portare? Dove posso pedalare con piacere e senza rischi per me e i miei figli? Vivere esperienze su due ruote faranno diventare grandi e uniti genitori e figli. Pedalare per credere!

Compratevi una bicicletta!

Compratevi una bicicletta!

Federico Del Prete

Compratevi una bicicletta!

Come uscire dalla dipendenza da automobile e cambiare la propria vita

Ediciclo

Link BrianzaBiblioteche

Scendi dalla macchina e monta in bicicletta: scoprirai un mondo nuovo, darai una svolta alla tua vita. A metà tra guida pratica e saggio semiserio, “Compratevi una bicicletta” riesce pienamente nel suo intento: convincervi che l’auto fa male. Con l’auto spendi e ingrassi; con la bici risparmi e sei in forma. Non ci credi? Leggi questo libro! Milano, Roma, il traffico e la bicicletta: come le due metropoli affrontano in modo completamente diverso il problema e la sua possibile soluzione. Nel 2011 sono state vendute più biciclette che auto. Secondo il 46° Rapporto Censis negli ultimi due anni 3 milioni e mezzo di italiani hanno comprato una bicicletta.
Un motociclista convinto si trasferisce da Roma a Milano e si converte alla bicicletta. Partendo dalla propria esperienza e dalle due metropoli messe a confronto nei loro vizi e virtù sulla mobilità, Federico Del Prete ci insegna ad affrancarci dall’uso compulsivo della macchina, abbracciando in modo liberatorio e costruttivo la mobilità ciclistica; spiega come liberarsi definitivamente delle spese per l’automobile investendo in una bicicletta solida ed efficiente; con un linguaggio caustico e dissacrante, mette in evidenza le anomalie di comportamento che regolano la mobilità individuale di base nelle grandi città. Non soltanto attraverso dati statistici e prove scientifiche, ma anche dando voce a dialoghi e ad aneddoti raccolti sia dall’esperienza dell’autore sia dalla cronaca, questo libro dimostra come l’uso indiscriminato della viabilità a motore non sia più sostenibile e appartenga a un mondo già vecchio. È ora di cambiare .

Cycle!

cycle1-115x115

Magazine

Cycle!

L'UOMO PRIMA DELLA BICICLETTA. LA PASSIONE PRIMA DELLA MANIA

Ediciclo

Link al sito di Cycle!

Segnaliamo l’uscita del primo numero di Cycle!, magazine di Ediciclo editore. Il volume, perché di ciò si tratta (162 pagine brossurate formato 21 x 27), è interamente dedicato ai "ciclisti" in molte delle loro possibili declinazioni. Si inizia con un editoriale del direttore Albano Marcarini, il quale evidenzia che Cycle! vuole parlare di ciclismo come passione e non come mania; a seguire un portfolio sulla bici del fotografo Umberto Isman (tra l'altro di Monza), poi “il gruppo e le maglie” un servizio illustrato sulla “pelle colorata dei ciclisti” (belle foto di maglie ideali per correre l’Eroica). Poi “Kilometro violento”, splendido reportage sulla Sprint Race notturna e clandestina del 30 settembre 2012 a Milano, corsa Single Gear (roba per fissati), sfide 1 contro 1 a eliminazione diretta su percorso di poco meno di un km. Segue un servizio sul telaista americano Darren Crisp che costruisce bei telai in titanio a Castiglion Fiorentino, un racconto di Gianni Brera “La Raleigh rossa e l’Avocatt”, un ottimo resoconto sul progetto della ciclovia Venezia–Torino “Via col VENTO”, “Un tandem tutto d’oro” che parla della Bianchi con cui Perona e Terruzzi vinsero l'oro su pista alle Olimpiadi di Londra nel '48, “Pedalare nell’aria sottile” un foto reportage in bicicletta lungo l’Hymalaya indiano, “Le fi’yi:k du role” sull’azienda che produce i sellini, un bellissimo servizio del “Pasto” (Marco Pastonesi) intitolato “Africa e brugole, il giro del Rwanda” la corsa più pazza del mondo nel paese più bizzarro del mondo, e infine, “Si salvi chi può… ciclisti per primi”, un’interessante articolo (con fotografie) della manifestazione di Roma per “Salva i ciclisti”.
Che dire, Cycle! è proprio ciò che mancava per i veri appassionati della bicicletta. Come il direttore fa ben intendere nell'editoriale, tutte le riviste che attualmente si interessano di ciclismo partono quasi sempre dal mezzo meccanico, e finiscono per rivolgersi ad un pubblico o di specialisti o di ciclisti “della domenica” (entrambi un po' monomaniaci), e il tema di fondo di pagine e pagine di articoli, servizi, e foto è sempre quello : “guadagnare peso”. Cycle! parla di ciò che si “vede” dal sellino della bici, o di chi vede passare le bici, o in che modo la bici influenzi la cultura e il costume attuale. Approccio che personalmente attendevo da molto tempo, e sono letteralmente trasalito sfogliandola e acquistandola (a proposito costa € 16,00, ma noi di FIAB-MonzaInBici abbiamo il 15% di sconto). Non c'era una sola pagina che non mi interessasse, e qui si coglie la lungimiranza di Ediciclo editore, il quale ha praticamente raccolto e illustrato le tematiche presenti nei suoi ormai numerosi libri, in un Magazine veramente ben realizzato. Tematiche che sono le più vicine all'attuale svilupparsi di un movimento ciclistico (detesto la definizione “mobilita’ dolce”) che va ad investire diversi ambiti della vita quotidiana. Perciò il mio consiglio è senza riserve: acquistatela.
Un'ultima annotazione: Cycle! si acquista solo in libreria o su abbonamento. (Stefano Sangalli)

Tutta la mia città

Tutta mia la città

Roberto Peia

Tutta mia la città

Diario di un bike messenger

Ediciclo

Link BrianzaBiblioteche

Il primo servizio di consegne in bicicletta è milanese. Gli Urban Bike Messenger, messaggeri urbani a pedali, oggi hanno il volto di Roberto Peia, ex giornalista ora devoto alle due ruote e al suo uso metropolitano come mezzo per una mobilità alternativa ecosostenibile e silenziosa. Dopo due anni e mezzo di consegne, con alle spalle la certezza di un lavoro che è ormai garantito e apprezzato da molte aziende, l’autore ci racconta la sua esperienza a cominciare dalle corse pazze per la città, gli incontri e gli scontri; riesce così a raccontare da un punto di vista inedito, luoghi e persone, fatti di cronaca e a intrappolare nei raggi della sua bicicletta i mille volti di una Milano che è per definizione in continuo movimento. Il suo è uno stile meticcio, forgiato dalla strada, che va dal resoconto giornalistico alla narrazione pura, con un tono a volte arrabbiato a volte sognante, che fa restare il lettore attaccato alla terra per volare con la mente.

Pagina 1 di 4

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »